Le nostre soluzioni IT a sostegno
della vostra strategia di business.
Dal 1986 lavoriamo per l'innovazione.
Sistema 3 è il perfetto sostegno alle tue esigenze informatiche.
Esperienza, professionalità e innovazione: sono questi i pilastri che fanno della Sistema 3 s.r.l. il perfetto sostegno alle tue esigenze informatiche. L’esperienza della nostra azienda è garantita da una presenza trentennale nel campo dell’informatica: è dal 1986 che offriamo i nostri servizi di assistenza, consulenza, riparzione e vendita in amibto IT. Questo ci ha resi leader nella regione Marche e ci ha permesso di costruire nel tempo un rapporto privilegiato con tanti enti pubblici e scuole, in quanto iscritti al MEPA, ed altrettante aziende e professionisti.
Dal blog
7 plug in di Mozilla da Installare al volo!
Di Daniela Zepponi
|
Pubblicato il 18 Settembre 2020
Mozilla Firefox è un browser che può essere arricchito e personalizzato con tanti plugin utili e interessanti. Qui ve ne presentiamo 7: si tratta di funzioni aggiuntive utili nel tempo libero o per il lavoro. 1.EVERNOTE  Evernote è probabilmente il più famoso servizio al mondo tra quelli dedicati agli appunti personali. Questa estensione permette di salvare contenuti tra le proprie note direttamente dal browser con un passaggio molto semplice, che si tratti di articoli, pagine complete o altro. Questa estensione può anche prendere schermate, generare PDF ed etichettare i contenuti.  2.SOCIAL FIXER Chi usa molto Facebook troverà Social Fixer molto interessante. Noto in passato con il nome di Better Facebook, aggiunge molte funzioni e variazioni estetiche, come la navigazione a schede, il tracciamento di chi ci rimuove dai contatti e altro.  3.NOSQUANT Perché farsi venire l'emicrania cercando di leggere caratteri troppo piccoli o con colori assurdi. Se vi capita spesso di trovarvi in certe condizioni vale la pena di sperimentare NoSquant. Quest'estensione ci permette di scavalcare le impostazioni predefinite del testo nelle pagine web e gestire lo zoom come preferiamo anche se chi ha fatto il sito non l'ha previsto. Le impostazioni per ogni sito restano memorizzate.  4.STYLISH Stylish è un'estensione indirizzata agli esperti del design web e permette di applicare, rimuovere e gestire gli stili personalizzati (CSS o Cascading Style Sheet). Questa estensione ha anche un sito su cui si trovano molti stili pronti all'uso, usersyles.org. 5.VIDEO DOWNLOAD HELPER Video Download Helper, come il nome fa intuire, serve per scaricare video da YouTube e simili. Può anche rinominare i file scaricati in modo automatico, oppure convertirli in formati diversi che possiamo preferire, ad esempio, per tablet o altri dispositivi.  6.DIIGO Diigo è uno strumento piuttosto popolare per appuntarsi preferiti, annotarli e condividerli con altri. È una sorta di strumento sociale per la condivisione di link: l'estensione ci permette di averlo sempre a portata di click, per salvare intere pagine, evidenziare frammenti di pagina, aggiungere note e tanto altro. 7.XMARKS Capita di trovarsi a usare diversi computer, e di usare Firefox su una varietà di macchine differenti ogni giorno. Il problema di questi spostamenti è avere set di segnalibri differenti su ogni macchina, o trovare fonti utili per lavorare ma essere sul computer di casa. Esistono alcuni add-on per la sincronizzazione dei segnalibri, ma Xmarks è il più completo. 7.CLICK&CLEAN Click&Clean è un'estensione utile per garantire la privacy, che permette la cancellazione dei dati di navigazione dal computer in utilizzo. Quali sono invece i vostri plug in preferiti?
Continua a leggere...
Sito lento? Velocizzalo seguendo questi 8 passi!
Di Daniela Zepponi
|
Pubblicato il 08 Settembre 2020
  Google PageSpeed Insights è lo strumento che vi permette di testare aumentare la velocità di un sito web.  Ma cos’è e come funziona?   Google Speed Test: cos’è e come funziona il PageSpeed Insights?   Per iniziare basta inserire l’indirizzo del sito e cliccare su “Analizza”; in breve tempo si ottiene un report molto dettagliato con dei consigli per aumentare la velocità.   I parametri su cui Google PageSpeed Insights si basa sono due: 1 – Above the fold: è il tempo caricamento necessario affinché il contenuto della prima metà della pagina appare dopo la richiesta dell’utente. 2 – Tempo a pieno carico della pagina: è il tempo necessario per il browser a visualizzare completamente la pagina web dopo la richiesta dell’utente.   La votazione varia da 0 a 100.   Ma come si può aumentare la velocità di un sito? Ecco alcuni consigli utili.   1.Compressione: GZip permette di ridurre il peso della pagina addirittura fino al 90%, soprattutto in ottica mobile.   2.Redirect: per ogni reindirizzamento il rendering della pagina si blocca perdendo preziosi millisecondi. Evitateli, progettando le pagine in ottica responsive per i differenti dispositivi.   3. Contenuti Above-the-fold, la priorità   Il tempo di caricamento delle pagine si basa sia sulla velocità effettiva sia sulla velocità percepita. Per aumentare la velocità percepita è importante dare rilevanza ai contenuti above-the-fold , ovvero quelli nella prima metà dello schermo e ritenuti importanti per gli utenti perché visualizzati per primi.   4.Minimizzare HTML, CSS e JavaScript   Bisogna rimuovere i dati ridondanti e non necessari dal codice di una pagina. Ovviamente la rimozione dei dati nell’HTML, nei CSS e nei Javascript non portano a malfunzionamenti della pagina, tutto resto invariato a livello visivo / funzionale.   5.Server: il tempo di risposta di un server, secondo il Google Speed Test, dipende da una serie di fattori: richieste del database, percorso lento, framework utilizzato, librerie, risorse della CPU e delle memoria. Morale della favola: è importante investire in un web host di qualità.   6.Render-blocking JavaScript: se vi capita di leggere in Google Speed Test la frase “elimina il render-blocking JavaScript”, significa che qualche riga di codice sta mettendo in pausa il caricamento di una parte di pagina, e molto probabilmente il problema sono gli script di terze parti.   7.Cache del browser:  Google Speed Test consiglia una strategia di caching che duri minimo 1 settimana, mentre per gli elementi che subiscono poche o nessuna variazione è preferibile 1 anno.   8.Ottimizzazione delle immagini: utilizzate il JPG quando potete, è un formato compresso ed è meno pesante rispetto al PNG che però mantiene le trasparenze.   Conclusioni   Fornire una migliore esperienza utente, e una maggiore velocità del sito, permetterà di aumentare il tuo traffico e di conseguenza le conversioni. Non dimenticatelo!  
Continua a leggere...
Notebook? Sì grazie!
Di Daniela Zepponi
|
Pubblicato il 26 Agosto 2020
Nel periodo covid-19 ci siamo trovati tutti improvvisamente a lasciare gli uffici e cercare di organizzare una postazione in smart-working da casa. Eravamo tutti pronti? No: la strumentazione non era perfetta per tutti: perché senza un notebook che ci permetteva di andare a cercare la stanza più silenziosa di casa mentre i figli giocano alla guerra. Ma perché preferire il notebook al fisso? Ecco qualche idea Nomadi digitali Ormai lo siamo un po’ tutti, nomadi digitali: quindi è il caso di avere la strumentazione giusta. Potete lavorare da un tavolo o da una scrivania e visto che tanto organizzerete una connessione wireless, potrete davvero navigare da ogni angolo di casa. E non dimentichiamo la didattica a distanza: più studenti in casa che fanno lezione, più notebook necessari per garantire ad ognuno il proprio angolo di studio. Ottimi display Le dimensioni e la qualità dei display dei notebook sono migliorate così tanto che c’è poca differenza tra laptop e desktop di un computer. Ad esempio, è possibile ottenere dei notebook con un widescreen LCD da 13,3 pollici (1280 x 800 pixel), un widescreen LCD da 15,4 “(1440 x 900 pixel) o uno schermo widescreen da 17 pollici (1680 x 1050 pixel). Puoi trovare davvero dei notebook eccezionali che offrono una qualità eccelsa. Poco peso Solo pochi anni fa, anche il notebook più leggero pesava tantissimo. Oggi, però, hai la possibilità di scegliere dei notebook davvero molto leggeri.  Maggiore potenza Fino a qualche anno fa i notebook avevano una RAM limitata, lo spazio limitato sul disco rigido e la batteria era di breve durata. Tuttavia, i tempi sono cambiati ed i portatili ora hanno più potenza da offrire rispetto ai loro parenti desktop. Allo stesso modo, le batterie nei notebook di oggi non si riscaldano e sono notevolmente migliorate rispetto a qualche anno fa: e i vostri notebook potranno far girare anche programmi davvero importanti. Allora, che ne pensate? Il vostro prossimo acquisto potrebbe essere un notebook? Vi aspettiamo da Sistema 3 per consigliarvi quello perfetto per voi!
Continua a leggere...
Lavoriamo con
1986
Anno di fondazione dell'azienda
110+
Software gestionali (cloud e non) gestiti
1780
Kit Lim consegnati, installati e collaudati
140+
Portali web, siti internet ed app
I nostri fornitori sono