News
  • Email marketing: come usarlo in maniera intelligente!
    Di Lorenzo Lambertucci
    |
    Pubblicato il 19 Febbraio 2018
    |
    Blog / email marketing
    L’email marketing è uno strumento interessante, e da non sottovalutare nonostante il modo in cui i social hanno stravolto anche il modo delle aziende di comunicare delle aziende con i clienti. E può portare davvero grandi risultati, se lo si usa in maniera intelligente! Ma prima facciamo un passo indietro: di cosa stiamo parlando? L’email marketing consiste nell’inviare comunicazioni di carattere commerciale e informativo tramite mail a un gruppo di persone che ha espressamente dato il consenso. Ci sono le DEM,  cioè promo o offerte e Newsletter che invece sono di carattere informativo. Ecco allora qualche trucco per renderle più efficaci! 1.DEVI DARE, DARE E DARE! Scordatevi l’idea che l’email marketing serva solo per vendere. Serve per fidelizzare i clienti, per coccolarli, per dare in cambio delle risorse di valore e delle info interessanti. Regalate ai potenziali clienti una serie di risorse gratuite che li aiutino. Che li emozionino e che facciano nascere in loro un nuovo desiderio/bisogno, che potrà essere soddisfatto acquistando il tuo prodotto/servizio. 2.SCEGLI OBBIETTIVI CHIARI! Quali sono gli obbiettivi del tuo email marketing? Fidelizzare i lettori? Aumentare le vendite? Ecco, in ogni caso non dimenticate che l’email marketing è solo un tassello del puzzle: poi ci sarà il sito i social…insomma tutto va incastrato alla perfezione!! 3.ORGANIZZA BENE IL DATABASE Il tuo database di contatti è davvero prezioso: organizzalo nel migliore dei modi e soprattutto suddividilo tra chi è già cliente e chi deve ancora acquistare. Poi fai l'invio delle mail in base a quello che desideri ottenere da queste persone: vuoi fidelizzarle? Vuoi renderle clienti? 4.IMPARA A LEGGERE I DATI Vediamo insieme quali sono i parametri principali da analizzare: Open rate: è il tasso di apertura delle email. Un buon tasso di apertura si attesta generalmente tra il 20% e il 40%. È un indice importante per valutare la performance dell’oggetto della mail. Clic throught rate (CTR): è il tasso di clic, indica cioè quante delle persone che hanno aperto la mail hanno poi cliccato sulla call to action che indirizza a un link esterno (generalmente una landing page). Un buon CTR parte dal 15%. Bounce rate: è la frequenza di rimbalzo, cioè il numero di email che sono “tornate” al mittente, ovvero non sono state ricevute. Unsubscribe rate: è il tasso di disiscrizione, ovvero il numero di persone che si sono cancellate dalla newsletter dopo aver ricevuto la mail. Occhio però: se i tassi di cancellazione iniziano a salire, la tua strategia di email marketing probabilmente ha bisogno di essere rivista. Utilizzare in maniera inntelligente l'email marketing, quindi, significa senza dubbio avere un'ulteriore freccia al tuo arco: buon lavoro!
  • 6 siti dove scegliere foto gratis
    Di Lorenzo Lambertucci
    |
    Pubblicato il 08 Febbraio 2018
    |
    Blog / curiosità
    Siete alla costante ricerca della foto perfetta per il vostro post? Non sapete come rendere al meglio quello che già avete ben descritto a parole? Partendo dal presupposto che l’unico modo per avere davvero foto di qualità è quello di affidarsi a fotografi professionisti, esistono però alcuni siti dove, citando le fonti, è possibile usare foto davvero fantastiche. 1-Raumrot: è un sito specializzato in foto gratuite dove le immagini sono organizzate per categoria e licenza, che vengono selezionate a mano e che possono essere utilizzate per progetti personali o commerciali. Le immagini sul loro sito sono tutte disponibili in formati ad alta risoluzione. Le immagini sono disponibili per l’uso sulla base di ogni singola licenza creative commons e devono essere utilizzate rispettando quelle regole. 2) Unsplash: permette di scaricare foto gratis ad alta risoluzione per uso pubblico. Ci sono 10 foto nuove ogni 10 giorni: gli effetti sono simili a quelli di Instagram, il sito è davvero semplice da utilizzare. 3) Gratisography: meno fornito degli siti citati, è comunque un luogo virtuale divertente e fuori dal comune dove pescare immagini per i vostri post. 4) Pexels: è uno dei migliori siti del mondo per avere foto gratis online. Qui potete creare un profilo per salvare le foto nei preferiti, fare upload di foto e  anche di scaricare video gratis. C’è un’abbondanza incredibile di foto di tutti i tipi, con risoluzioni anche di 6000 x 3375 px (Ultra Hd). 5) Refe: si tratta di foto dedicate alla vita quotidiana. Queste immagini gratuite possono essere utilizzate bene per progetti digitali o per i post, ma presta comunque attenzione perchè molte delle foto potrebbero non essere abbastanza grandi da essere utilizzate per la stampa 6) Pixabay: un grande classico, offre una vastissima scelta in praticamente qualunque categoria di foto e permette di effettuare la ricerca su molti parametri interessanti come il genere di contenuto (foto, video, immagini vettoriali etc), la risoluzione e gli effetti. La maggior parte delle foto può essere usata per scopo commerciale. E voi conoscete qualche sito interessante? Segnalatecelo!
  • Bitcoin: il nuovo Eldorado?
    Di Lorenzo Lambertucci
    |
    Pubblicato il 01 Febbraio 2018
    |
    bitcoin / Blog / criptovaluta
    Se ne parla tanto in questo periodo: sembra che i Bitcoin siano il nuovo Eldorado. Ma sarà davvero così? Adesso vi spieghiamo cosa sono e come funzionano. Bitcoin: di cosa si tratta? I bitcoin sono una moneta virtuale, e nemmeno l’unica in circolazione. È virtuale perché in realta un codice, e non una banconota vera e propria, come magari gli euro o i dollari. E non c’è nessuna banca dove essa possa transitare. E allora come si fa a pagare qualcosa o a farli arrivare ad un’altra persona? Wallet, il portafoglio virtuale dei Bitcoin Se vogliamo pagare qualcuno, possiamo farlo in tanti modi classici: bonifico, carta di credito. Ma dietro a tutti questi modi c’è un sistema bancario ben strutturato. Per trasferire Bitcoin invece, è sufficiente la rete. A ben vedere i Bitcoin non sono infatti depositati su un conto bancario, né sono caricati su una prepagata o disponibili cash attraverso un bancomat. Quando si acquistano o si vendono Bitcoin basta avere appunto un portafoglio virtuale che può risiedere sul proprio computer o su una piattaforma in rete. Creare un wallet non è difficile, e ci sono programmi specifici che lo fanno direttamente sul pc, che poi generano un indirizzo Bitcoin, che non è altro che una sorta di IBAN che però non si appoggia a nessun istituto di credito, ma che identifica in maniera univoca il nostro "conto". Come si comprano e come si vendono i Bitcoin Ma dove si trovano i Bitcoin e come si acquistano? Le possibilità sono diverse. Sportelli Bancomat. In Italia ne abbiamo davvero pochi, ma esistono anche ATM (sportelli Bancomat) dove, introducendo gli euro in contanti e l'indirizzo del proprio wallet, ci si può far accreditare Bitcoin sul proprio wallet. Scambio tra privati. Ci sono piattaforme di scambio tra privati, come Local BitCoin, dove trovi annunci di chi vuole comprare e vendere Bitcoin, e dove puoi metterti in contatto e procedere con l’acquisto oppure la vendita. Siti specializzati. Bitboat, per fare un esempio, è una piattaforma specializzata nella vendita di Bitcoin. È sufficiente fare una ricarica su una Postepay o una carta prepagata di proprietà dei gestori del sito semplicemente pagando (con soldi veri) in una ricevitoria o alle Poste. Ricevuta la ricarica i gestori del sito provvedono a inviarti i Bitcoin direttamente nel tuo wallet. Bitcoin: ma sono sicuri? Che bello pensare un mondo senza banche: eppure l'assenza del sistema bancario pone un serio quesito sulla sicurezza e sulla trasparenza delle transazioni in Bitcoin. A garantire sicurezza e trasparenza però è la stessa piattaforma tecnologica sulla quale avvengono queste transazioni: la cosiddetta Blockchain. Ogni transazione in rete di Bitcoin, quindi, viene autorizzata dalla rete stessa. Questo controllo incrociato, unito all'uso di strumenti crittografici, permette la massima sicurezza di ogni transazione. In pratica Blockchain è davvero una rivoluzione tecnologica: ciò non toglie che la perfezione non esiste. Ci sono davvero tanti rischi e tante incognite. Un Bitcoin ad oggi (1 febbraio 2018) vale 7743,21 euro. Solo pochi mesi ne valeva oltre 14.000…forse la bolla che si è creata ha iniziato a sgonfiarsi! Per questo motivo vi sconsigliamo vivamente di investire tutti i vostri risparmi in una criptovaluta che potrebbe volatilizzarsi da un giorno all’altro!
  • Voucher per la digitalizzazione delle Pmi
    Di Lorenzo Lambertucci
    |
    Pubblicato il 16 Gennaio 2018
    |
    digitalizzazione / pmi / voucher
    È davvero interessante l’inizia del Ministero dello Sviluppo economico che permette alle aziende italiane di chiedere un voucher di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all'adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico. Cosa può essere finanziato È possibile acquistare software, hardware e/o servizi specialistici che aiutino a migliorare l’efficienza aziendale, modernizzare l’organizzazione del lavoro, sviluppare soluzioni di e-commerce, fruire della banda larga e realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT. Gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla pubblicazione sul sito web del Ministero del provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher adottato su base regionale. Ogni impresa ha a disposizione un unico voucher: le domande possono essere presentate dalle imprese a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15 gennaio 2018 è possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda. Per l'accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese. Avrete quindi la possibilità di dare una “spinta” tecnologica alla vostra azienda: contattateci subito per avere ulteriori info!
  • Attacco Hacker: come difendersi?
    Di Daniela Zepponi
    |
    Pubblicato il 25 Maggio 2017
    |
    Blog / Sicurezza
    L'attacco Hacker che nei giorni scorsi ha colpito tanti paesi del mondo è stato giudicato dall'Europol assolutamente senza precedente: e la minaccia continua a crescere. Tra i più colpiti Russia e Gb, ma possiamo dire che davvero nessuno è al sicuro in queste situazioni. Anche l'Italia è stata sotto attacco, ma al momento non si hanno al momento evidenze di gravi danni ai sistemi informatici o alle reti telematiche delle infrastrutture informatiche del Paese". Ma se vogliamo davvero essere al sicuro, ci sono regole che ognuno di noi deve rispettare. Ecco le indicazioni da non sottovalutare. Il malware arriva via rete e non via mail. Il malware si installa infatti nella macchina “vittima” attraverso il bug EternalBlue e deposita l’eseguibile mssecsvc.exe nella directory di sistema C:\windows. Una volta installato come servizio procede ad eseguire due attività parallele utilizzando diversi eseguibili. La prima attività che va a mettere in pratica consiste nel cifrare determinate tipologie di file come da link; https://gist.github.com/rain-1/989428fa5504f378b993ee6efbc0b168. La seconda attività invece provvede a propagare il malware sulla eventuale LAN presente sfruttando la vulnerabilità suddetta del protocollo SMB con le porte TCP 445 e 139. Funziona in Ring 0, quindi porta maggiori danni di quanti fatti con la sola attività di cifratura. Non si escludono ulteriori problematiche legate alla propagazione di un’ulteriore versione di WannaCry 2.0. Resta il fatto che anche aver installato un buon antivirus, non aprire allegati da email strane e far fare gli aggiornamenti automatici al sistema operativo sono ottime armi per proteggere il nostro computer!
  • Grandissima Lube: di nuovo sul tetto d'Italia!
    Pubblicato il 08 Maggio 2017
    E' stata un'emozione lunga un anno, quella che la Cucine Lube Civitanova ha regalato ai suoi tifosi, culminata nella vittoria su Trento 3-1 in Gara 3 della finale playoff UnipolSai (28-26, 25-20, 18-25, 25-14), giocata nel tripudio di un Eurosuole Forum di Civitanova Marche esaurito come non mai.Ed è stato un 2017 che lascia davvero senza parole, iniziato con la vittoria della Del Monte Coppa Italia a Bologna, lo scorso febbraio (anche in questo caso battuta Trento in finale), proseguita con il primato assoluto in Regular Season, fino al terzo posto nella CEV Volleyball Champions League conquistato la settimana scorsa a Roma, il secondo bronzo europeo di fila dopo quello conquistato la passata stagione a Cracovia, che dunque ha definitivamente consacrato la squadra biancorossa nell’Olimpo delle migliori squadre continentali.E l'emozione è raddoppiata dal fatto che questo è stato il primo scudetto vinto davanti al suo pubblico.E nella gioia della vittoria, noi di Sistema 3 abbiamo anche la gioia di essere partner della Cucine Lube Civitanova: e dobbiamo dire che mai come in questo momento ne siamo stati così orgogliosi. Complimenti ragazzi!!!